16
Sun, Jun
0 New Articles

Piero Fassino | Sindaco di Torino y Presidente della ANCI

Typography

Torino ha accolto dal 2011 la sfida europea delle smart cities interpretandola come una delle chiavi per lo sviluppo del proprio territorio ed indirizzandola ai principali problemi territoriali in tema di energia, ambiente, mobilità, accessibilità, inclusione sociale e miglioramento degli stili di vita.

Nel 2013 si è affrontato il tema smart city in chiave strategica individuando linee di sviluppo, obiettivi e priorità con azioni e progetti e promuovendo modelli e soluzioni per guidare l’azione amministrativa e le scelte di governo di Torino e dell’area metropolitana: il risultato è stato SMILE (Smart Mobility, Life and Health and Energy), il masterplan di Torino Smart City che raccoglie 45 azioni prioritarie su 4 aree tematiche in una dimensione trasversale ed integrata. SMILE ha anche anticipato ed accompagnato la stesura del Terzo Piano Strategico della Città.

Alla realizzazione del masterplan, assunto dal Consiglio Comunale come elemento di programmazione del futuro, hanno contribuito più di 350 persone provenienti dalla pubblica amministrazione, dalla ricerca, dall’Università, dal Politecnico e delle imprese. Gli elementi comuni alle azioni previste, che si estenderanno e si adatteranno anche alla nuova dimensione della città metropolitana, riguardano in particolare la centralità dell’evoluzione sostenibile della città, il patrimonio informativo e di gestione dei dati a beneficio della pubblica amministrazione e dei privati, la creazione e l’utilizzo di infrastrutture tecnologiche comuni e la capacità di valorizzare anche su scala più ampia e non limitata alla sola città iniziative e progettualità sui temi più strategici e di prospettiva. In linea con il coinvolgimento sempre più globale della cittadinanza abbiamo anche evidenziato la centralità delle attività di comunicazione indirizzate all’informazione, educazione, sensibilizzazione e partecipazione sociale sui temi che riguardano lo sviluppo della Smart City.

Tra le idee che derivano da questi elementi su cui l’Amministrazione ha iniziato a lavorare lo scorso anno grazie alla partecipazione a progetti europei e che saranno ulteriormente approfondite e messe in pratica grazie al Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane 2014-2020 ed ai bandi Horizon 2020 un “cruscotto urbano” per la programmazione degli interventi, privacy e protezione dei dati, la creazione di un sistema di indicatori per i risultati della Smart City, digitalizzazione e dematerializzazione, servizi su misura per i cittadini, open data, partecipazione sociale nelle attività pubbliche, valorizzazione delle competenze digitali nelle scuole ed i temi legati alla mobilità urbana in termini di efficienza, sostenibilità e sistemi intelligenti per il traffico.

La smart city è quindi uno deli elementi strategici di fondo sui quali la Città è impegnata: il lavoro che abbiamo avviato proseguirà e si arricchirà in futuro di nuovi obiettivi e nuovi risultati.

Piero Fassino
Sindaco di Torino y Presidente della ANCI (Ass. Nazionale Comuni d'Italia)